Municipio XI, finalmente apre centro h24 per recupero pazienti psichiatrici

Una bellissima giornata quella di oggi per il nostro territorio, che vede dopo anni di attesa l’apertura nei pressi di Via delle Catacombe di Generosa, nel quartiere Colle del Sole alla Magliana, di un Centro della ASL Roma D dedicato ai pazienti psichiatrici che richiedono interventi di tipo terapeutico-riabilitativo; un risultato raggiunto grazie anche all’importante lavoro politico e amministrativo svolto dalla Regione Lazio e dal Presidente Zingaretti che hanno sbloccato una situazione che era in stallo dal 2008 dopo che grazie a 1,35 milioni di euro erano stati svolti lavori di ristrutturazione, e che ha visto il Municipio XI e i cittadini in prima linea per il recupero di un edificio pubblico, sino a ieri, nei fatti non utilizzato. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI.

La struttura svolgerà un ruolo importante perché andrà ad accogliere, grazie ai 16 posti letto, pazienti, in prevalenza giovani, che hanno una speranza di recupero che saranno trattenuti nel Centro al massimo per due anni per poi avviare un loro reinserimento nella società (in una struttura con una assistenza “più leggera” o di tipo domiciliare). Inoltre, va sottolineata l’importanza di aver recuperato uno stabile che da molto tempo i cittadini, anche con una occupazione simbolica ad inizio 2014, avevano chiesto a gran voce che ritornasse nel quartiere e fosse destinato finalmente ad uso pubblico e sociale: tutto questo oggi è realtà, grazie all’impegno di una amministrazione sempre più vicina ai cittadini ed in particolar modo a quelli più in difficoltà.

Il Prefetto Gabrielli a Corviale, un impegno preciso su sicurezza e lotta al degrado

Un impegno preso e mantenuto quello del Prefetto Gabrielli che, dopo l’incontro del 3 Giugno scorso durante il quale è stato istituito un “Tavolo per l’Ordine e la Sicurezza” del Municipio XI, si è recato ieri a Corviale per ascoltare Istituzioni e le realtà locali e fare un giro nel quartiere e all’interno del “Serpentone” per avere un contatto diretto con quanto rappresentato.

Leggi il mio Comunicato Stampa

Sicurezza, Prefetto a Corviale segno di attenzione per il territorio

Un impegno preso e mantenuto quello del Prefetto Gabrielli che, dopo l’incontro del 3 Giugno scorso durante il quale è stato istituito un “Tavolo per l’Ordine e la Sicurezza” del Municipio XI, si è recato ieri a Corviale per ascoltare Istituzioni e le realtà locali e fare un giro nel quartiere e all’interno del “Serpentone” per avere un contatto diretto con quanto rappresentato. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI.

Un incontro soddisfacente per tutti, che ha evidenziato l’impegno delle Istituzioni e delle tante strutture che animano quotidianamente questo territorio e che vede al nostro fianco lo stesso Prefetto quale parte attiva e ingranaggio fondamentale nel sistema di reti e collaborazioni indispensabili per una rigenerazione non solo urbana ma anche del suo tessuto sociale del quadrante. Ci si è quindi posti l’obiettivo di incrementare il livello di sicurezza reale e percepita dai cittadini con interventi che passano, ad esempio, dal ripristino dell’illuminazione pubblica e dalla rimozione delle tante auto abbandonate, sino a quelli più strutturali come quelli di monitoraggio costante del territorio e quelli volti a reprimere le situazioni di illegalità.

Oggi sembrano ormai lontani gli anni in cui una certa politica vedeva come unica soluzione per Corviale quella di abbattere il palazzo. Oggi tutto sta cambiando e le promesse stanno diventando realtà grazie anche all’impegno del Sindaco Marino e del Presidente Zingaretti. L’ATER ha infatti indetto un bando da 3 milioni di euro per i lavori di manutenzione ordinaria del Palazzo e il Comune sta preparando la Delibera con le graduatorie che permetteranno alle 109 famiglie aventi diritto di poter riavere una casa non appena terminati i lavori di sistemazione del blocco centrale (quarto/quinto piano), che trasformeranno i luoghi ora occupati e precedentemente destinati ad ospitare botteghe artigianali e spazi sociali, in unità abitative.

Municipio XI, solidarietà al Comandante Napoli

Apprendo questa mattina dell’aggressione subita dal Comandante dei Vigili Urbani dell’ XI Gruppo, Stefano Napoli, ferito mentre si apprestava a sgomberare un negozio di fiori abusivo in largo Casale degli Inglesi (Colle del Sole), la cui presenza inoltre non consentiva di proseguire con le opere di urbanizzazione previste in loco dal Piano di Recupero Urbano “Corviale”. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI.

A lui va tutta la mia solidarietà oltre agli auguri di pronta guarigione visto che, nella colluttazione che si è scatenata, alla quale è seguito l’arresto del gestore del chiosco, ha riportato lesioni personali dalle quali spero possa guarire presto per tornare insieme a noi e aiutarci nel proseguire, con il suo indispensabile supporto, la nostra lotta per la legalità.

Il Prefetto di Roma in Municipio per parlare di sicurezza e controllo del territorio

Questa mattina si è svolto l’incontro del Prefetto di Roma, Franco Gabrielli con i rappresentati istituzionali del Municipio XI, i comitati, e le associazioni.

Erano presenti alla riunione anche Rossella Matarazzo, vice capo di Gabinetto del Sindaco di Roma che coordina le funzioni di emergenza, di ordine e sicurezza urbana e i rappresentanti delle forze di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato e Polizia Locale che operano sul territorio.

Il piano del Prefetto, che sta incontrando tutti i Municipi di Roma, è quello di procedere con l’individuazione di un elenco di problematiche, tra le quali individuarne quelle che richiedono soluzioni urgenti ed altre che possono essere trattate con più ampio respiro. A tale scopo è stato istituito un tavolo per l’ordine e la sicurezza del Municipio XI insieme alle forze dell’ordine che rappresenta l’analogo locale del Comitato per l’ordine e sicurezza cittadino, mentre incontri come quello di questa mattina saranno replicati ogni due mesi per il controllo delle azioni intraprese e la verifica di nuove problematiche.

Tra le priorità individuate in questo primo step: la situazione della ex scuola “8 marzo” alla Magliana, lo stabile occupato ormai da quasi 10 anni e che ospita più di 200 persone, gli insediamenti abusivi e i roghi tossici, per i quali si sta cercando la possibilità di poter applicare la normativa sulla Terra dei Fuochi.

L’obiettivo è quindi quello di una pianificazione del lavoro che non si basi più sulle “emergenze”, ma che proceda con tappe e scadenze definite, individuando le priorità tra i cittadini grazie ad un dialogo continuo con le Istituzioni.

gabrielli_640