Ponte Portuense: bene termine scavi archeologici, ora tocca al Municipio

E’ una piacevole notizia quella che annuncia la fine delle indagini archeologiche svolte dalla Soprintendenza nell’area di cantiere dove si stanno svolgendo i lavori per l’allargamento della sede stradale e del ponte ferroviario di Via Portuense: con questo passo siamo un po’ più vicini alla soluzione del problema e all’apertura di un’infrastruttura davvero importante per un intero quadrante. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI.

Nello specifico, gli scavi hanno portato al ritrovamento di una necropoli e di ambienti termali di epoca romana, materiale davvero prezioso di studio e che in parte ripaga anche la lunga attesa dei cittadini: i risultati dell’indagine saranno, nelle prossime settimane, illustrati e diffusi alla cittadinanza.

Nella giornata di domani invece l’area sarà riconsegnata al Municipio che dovrà al più presto predisporre la documentazione grafica dello scavo necessaria a che la Soprintendenza possa elaborare il progetto dell’opera e le prescrizioni a tutela del patrimonio rinvenuto: da qui, sarà possibile poi dare avvio ai lavori di realizzazione della sede stradale di competenza del Municipio, il cui termine sarà scandito da un contatore che segnerà lo scorrere dei 90 giorni previsti per la consegna dell’opera.

Il cantiere per l'allargamento della Via Portuense

Il cantiere per l’allargamento della Via Portuense

Portuense: scoperto chi danneggiava il cantiere del ponte, ora ripartano i lavori

Grazie al lavoro di indagine dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere e delle Stazione Roma Porta Portese sono stati individuati le due persone protagoniste di episodi di danneggiamento al sito archeologico della “Necropoli Portuense” e all’area di cantiere per la realizzazione dell’allargamento del ponte ferroviario necessario al raddoppio di via Portuense: ora, quello che tutti i cittadini ci chiedono è completare al più presto i lavori. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI.

A tal proposito, dopo un nuovo rafforzamento del perimetro del cantiere, l’area è stata consegnata la scorsa settimana dal Municipio alla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma che si è impegnata, entro quattro settimane, a completare la campagna di scavo. Speriamo quindi che, grazie anche alla ritrovata serenità dei lavoratori e il clima estivo, le opere siano al più presto completate cosicché il Municipio possa realizzare, come più volte annunciato, entro 90 giorni i lavori di allargamento e pavimentazione della sede stradale. Dopo anni di attesa è arrivato il momento di chiudere una vicenda e dotare un intero quadrante di un’infrastruttura importante e, come avevo avuto già di sottolineare, solo con la collaborazione tra le Istituzioni si possono dare risposte concrete ai cittadini.

Il cantiere per l'allargamento della Via Portuense

Il cantiere per l’allargamento della Via Portuense

Sottovia Portuense, il dialogo tra le Istituzioni è essenziale per la ripresa dei lavori

Le Istituzioni devono trovare insieme una soluzione che al più presto possa portare all’apertura del sottovia ferroviario di Via Portuense i cui lavori di raddoppio sono attualmente in fase di stallo; per far questo Comune, Municipio e Soprintendenza devono sedersi intorno allo stesso tavolo e non dialogare attraverso comunicati stampa, soprattutto se questi rischiano di sembrare, agli occhi dei cittadini, uno scarico di responsabilità.

Leggi il mio Comunicato Stampa

Il cantiere per l'allargamento della Via Portuense

Il cantiere per l’allargamento della Via Portuense

Portuense, dialogo tra Istituzioni è la chiave per completamento del Ponte

Le Istituzioni devono trovare insieme una soluzione che al più presto possa portare all’apertura del sottovia ferroviario di Via Portuense i cui lavori di raddoppio sono attualmente in fase di stallo; per far questo Comune, Municipio e Soprintendenza devono sedersi intorno allo stesso tavolo e non dialogare attraverso comunicati stampa, soprattutto se questi rischiano di sembrare, agli occhi dei cittadini, uno scarico di responsabilità. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI.

Partiamo da quello che ci unisce, ossia l’esigenza di vedere quest’opera finalmente realizzata e sediamoci intorno ad un tavolo per capire le cause ostative e sciogliere i nodi rimasti. Un’occasione questa che poteva essere colta un mese fa in una commissione consiliare municipale convocata ad hoc ma che non ha visto partecipare tutte le parti in causa: davvero un peccato perché questa poteva essere il giusto momento per fare chiarezza.

Ora che quanto meno c’è trasparenza rispetto alla posizioni di partenza si arrivi al più presto ad una sintesi che porti al completamento di un’opera che, realizzata, cambierà in meglio la vita di tanti cittadini e il volto di un intero quadrante di Roma.

Sottovia Portuense, in attesa di risposte da parte della Soprintendenza

Sono in fase di stallo il lavori di allargamento del sottovia ferroviario di via Portuense in attesa della ripresa degli scavi da parte della Soprintendenza.
 
Questi, ripresi già nel Febbraio del 2014, dopo gli anni di fermo dovuti al blocco dei fondi dovuto al patto di stabilità, i lavori hanno portato alla luce quella che si è rivelata un’area archeologica di pregio. Nel luglio scorso tutto questo è stato reso accessibile al pubblico in una serie di incontri organizzati dal Municipio con la collaborazione delle archeologhe della
Soprintendenza per permettere anche ai cittadini di apprezzare i preziosi ritrovamenti.
 
I lavori, una volta partiti, dureranno a detta della Soprintendenza 6/7 settimane e successivamente il Municipio potrà iniziare i lavori di ripristino del manto statale e della viabilità che dureranno 90 giorni così come sarà certificato da un pannello che segnerà il countdown fino alla fine del cantiere.

Una fine lavori fortemente attesa dai cittadini e sul quale l’Amministrazione si è spesa tra cambi di ditta dovuti alle vicende giudiziarie del titolare e ai continui atti vandalici che hanno rallentato e reso difficoltoso il lavoro degli archeologi che ora, ci si augura, possano definire una data di fine opere.

Nel frattempo tutto è pronto affinchè venga programmato il percorso delle nuove linee ATAC che finalmente permetteranno il collegamento dei quartieri periferici del Municipio (Corviale, Trullo e Portuense) con la fermata della Metro B. L’ulteriore auspicio è che inoltre si definiscano presto gli importi per il raddoppio del successivo tratto di via Portuense/via Pacinotti che arriva fino a Piazzale della Radio, integrando le risorse esistenti con parte degli oneri derivanti dal Piano Casa per la trasformazione del complesso “Città del Gusto – UCI Cinema”.

Il cantiere per l'allargamento della Via Portuense

Il cantiere per l’allargamento della Via Portuense