Corviale: la Presidente Boldrini in visita al quartiere

La visita di ieri della Presidente della Camera Laura Boldrini a Corviale è stata un’occasione speciale di incontro con tutte quelle realtà che negli anni sono sorte nel quartiere e che quotidianamente ne animano la vita sociale, sportiva e culturale, come il Centro d’Arte municipale Il Mitreo, la Biblioteca Comunale “Renato Nicolini”, il Calciosociale; un incontro che l’ha portata a conoscere un aspetto non così scontato di questo quartiere che ogni giorno lavora per uscire dall’immaginario che lo dipinge come un simbolo di degrado.

Ho accompagnato la Presidente Boldrini, raccontandole quanto è già stato fatto per togliere il Serpentone dall’isolamento e quello che significano per il territorio le associazioni sportive come la Piscina Comunale e il Rugby, spiegandole perché sarà importante inaugurare la fine dei lavori della Scuola Mazzacurati, riaprire il Farmer’s Market, costruire il Palazzetto dello Sport e soprattutto quale sia il significato della ristrutturazione del IV piano e la richiesta di manutenzione che può consentire una maggiore vivibilità per i suoi abitanti.
Il futuro della città di Roma è saldamente legato al risanamento e al riscatto delle periferie dove vive la maggior parte dei cittadini e dove è più sentito il bisogno di aumentare quella partecipazione che produce idee, progetti e soluzioni che devono incidere e condizionare le scelte finali di un’amministrazione che può dirsi capace.

Ho ascoltato insieme alla Presidente Boldrini quelle voci che già conosco bene e ho recepito quanto da lei promesso, un impegno di non dimenticarsi di questa giornata, di questo quartiere e dei suoi abitanti.

Corviale: pubblicato il bando per 100 alloggi, primo passo per la ristrutturazione

Continua il processo di riqualificazione del palazzo di Corviale, dopo la ristrutturazione dei corpi scala e gli interventi di manutenzione straordinaria, arriva da parte del Dipartimento Politiche Abitative l’ok al bando che pone le basi per sanare la questione ultra decennale delle occupazioni abusive dei piani centrali dell’edificio: il tutto avviene con un progetto innovativo e tenendo conto delle esigenze di chi ha veramente bisogno. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI.

Il bando è un passo importante perché permette a 98 famiglie, aventi i requisiti e che attualmente occupano parte dei 3,4,5 piani in locali pensati originariamente per ospitare piccole attività artigianali e botteghe, di fare domanda ed intraprendere un percorso di regolarizzazione; ma non solo, una volta accertati gli aventi diritto potranno partire i lavori, già finanziati, di ristrutturazione dei livelli interessati Questi prevedono la creazione dentro la struttura di abitazioni temporanee all’interno delle quale alloggeranno le famiglie nel tempo utile per realizzare l’appartamento loro regolarmente assegnato.

Pertanto, la pubblicazione da parte del Dipartimento di questo bando e la graduatoria degli aventi diritto che seguirà, è un passaggio indispensabile per avviare questo processo di riqualificazione che dopo anni è stato sbloccato, grazie al grande lavoro di pressione fatto dal Municipio e l’impegno che si è tramutato in fatti concreti e fondi spendibili del Comune e dalla Regione. Il termine ultimo per presentare la domanda è il 31 Luglio 2016.

Corviale

Da incontro col Prefetto soluzioni per “roghi tossici” e occupazioni

Esprimo davvero soddisfazione per l’incontro appena concluso con il Prefetto Franco Gabrielli nel quale sono stati forniti aggiornamenti e presentate soluzioni da porre in campo su diverse questioni riguardanti il nostro territorio: i “roghi tossici” alla Muratella, lo sgombero dell’ex “Scuola 8 Marzo” alla Magliana e la partenza dei lavori al quarto piano del “Serpentone” a Corviale. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI, a conclusione della riunione del Tavolo per l’Ordine e la Sicurezza del Municipio XI.

Sul tema dei “roghi tossici” il Prefetto ha tracciato una road map che punta ad aggredire da diversi lati il fenomeno del commercio illegale di rifiuti e di materiali metallici: nei mesi scorsi è stata posta a controllo e verifica l’attività svolta dai rottamatori di zona, arrivando anche al sequestro e alla chiusura di alcune strutture risultate legate a questo traffico; sono stati poi compiuti blitz nel campo di via Candoni per indentificare e punire i responsabili. Ora la priorità, come sottolineato anche dai cittadini e come chiesto anche da me con forza oggi e con la lettera inviata al Prefetto dello scorso 2 Dicembre, è quella di fermare i roghi e procedere successivamente alla chiusura definitiva del Campo. Su questo il Prefetto ha annunciato che nell’immediato verrà posizionato un presidio fisso delle forze dell’ordine allo scopo di controllare tutto ciò che entra ed esce dal campo ed evitare cosi, sul nascere, i “roghi tossici” e diminuire il tasso di criminalità della zona.

Inoltre, si sta andando verso una soluzione anche per l’annosa questione dello sgombero dell’ex scuola “8 Marzo” alla Magliana, per la quale anche il Consiglio municipale con diversi atti ha chiesto l’immediato rilascio dei locali, vista la situazione ormai non più sostenibile per i fenomeni di illegalità e criminalità e per il livello di degrado non solo sanitario ma anche strutturale dell’edificio: su questo tema il Prefetto ha confermato lo sgombero dei locali tra i prossimi 10 interventi su Roma, da svolgersi di concerto con il Dipartimento della Politiche Sociali e il Commissario Tronca, sul quale da mesi si sta lavorando. Un lavoro tra Prefettura e Roma Capitale che prosegue con le attività propedeutiche a che possano prendere il via i lavori di riqualificazione del quarto piano del “Serpentone”, creando unità abitative in luogo di spazi occupati abusivamente.

E’ infine apprezzabile l’impegno manifestato dal Prefetto a che le aree verde inutilizzate presenti nel nostro territorio, vedano procedure più snelle e veloci per la realizzazione di orti urbani che costituiscono un importante presidio per il territorio e un deterrente ad attività illegali. Sul tema della sicurezza ha invece sottolineato che ha avuto rassicurazione da parte di ANAS in merito al ripristino dell’illuminazione pubblica sul GRA.

Ancora c’è molto da fare ma l’impegno di tutte le Istituzioni è massimo: dal canto mio non abbasserò la guardia su questi temi consapevole che, perché i cittadini si sentano parte di una comunità la loro sicurezza, la tutela della salute pubblica e il rispetto delle regole devono essere valori irrinunciabili e che tutti siamo chiamati difendere.

ROGO-VIA-CANDONI

Ecco i vincitori del concorso d’architettura per “Rigenerare Corviale”

E’ stato annunciato oggi il progetto vincitore del Concorso Internazionale “Rigenerare Corviale”, promosso dall’Ater al quale sono stati chiamati a partecipare i migliori architetti per rendere il complesso piú vivibile e sicuro attraverso il ridisegno degli spazi comuni che costituiscono l’attacco a terra dell’edificio, come il piano terreno e i garage, ripensando a tutte le connessioni urbane tra il Palazzo e le zone circostanti.

L’idea vincente è stata presentata dall’architetto Laura Peretti ed é fondata sul riscoprire il” Serpentone” come una struttura urbana complessa, fatta non solo di edifici ed unità abitative ma come sistema di funzioni e servizi, cosi come pensato in origine.

Oltre ad un premio economico per i migliori tre progetti, al vincitore sarà affidata anche la progettazione definitiva dell’opera sulla quale, ricordo, sono stati già stanziati 9 milioni di euro. La realizzazione del progetti definitivo permetterà poi l’indizione della gara pubblica per la realizzazione dell’opera.

La Regione Lazio si mostra ancora una volta attiva e capace di mantenere le promesse, proseguendo la sua azione di recupero e riqualificazione di Corviale che vede, dopo la sistemazione di tutti i corpi scala interni, anche l’avvio, da pochi giorni, dei lavori di manutenzione straordinaria (vetrate e scale monumentali, elementi in vetrocemento, terrazzi, calcestruzzo ammalorato, passaggi interrati, strutture in ferro, anfiteatro, canne fumarie e grondaie) in attesa che a breve parta la riqualificazione del IV piano dove, in luogo di uno spazio inizialmente pensato per ospitare botteghe e spazi per la socializzazione e attualmente occupato abusivamente, verranno realizzate oltre 100 unità abitative per chi ha veramente bisogno.

CORVIALE VINCITORE

Corviale, partito altro lotto lavori per 3 milioni di euro

Davvero una bella notizia quella di oggi per gli abitanti di Corviale, partono infatti i lavori di manutenzione straordinaria di recupero e riqualificazione del “Serpentone” grazie al finanziamento regionale di tre milioni di euro. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI a margine della conferenza di presentazione dei lavori alla presenza tra gli altri del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il Commissario dell’Ater di Roma, Giovanni Tamburrino.

Nello specifico gli interventi riguarderanno il ripristino e la messa in sicurezza delle scale comuni, degli ascensori e delle vetrate, oltre all’impermeabilizzazione di ampie parti del tetto e durerà 18 mesi. Per tutta la durate dei cantieri sarà garantita la massima informazione ai cittadini grazie all’apertura di un InfoPoint dove si potranno avere notizie circa il procedere dei lavori ed esporre problemi ed osservazioni.

La riqualificazione delle periferie passa attraverso azioni concrete, massimizzando le sinergie come hanno fatto da Municipio, Comune, Regione, Prefetto e ATER che hanno portato a questo importante risultato. Questo é l’ennesimo tassello di un puzzle a cui si aggiunge il prossimo avvio dei lavori di ristrutturazione del IV piano che permetteranno di realizzare abitazioni per circa 100 famiglie bisognose sanando cosi una situazione di degrado, emarginazione ed illegalità presente ormai da decenni.

Oltre a questo, sempre oggi, la comunicazione che sono giunte 45 proposte al Concorso Internazionale di progettazione “Rigenerare Corviale” ideato e bandito dall’ATER e finanziato dalla Regione Lazio con il contributo di 9,5 milioni di euro rivolto ai migliori architetti chiamati a dare un nuovo look e nuove funzioni a Corviale.

Corviale