Magliana, in fiamme all’ex Vela del Mar: ora la proprietà provveda alla demolizione.

Un violento incendio è scoppiato oggi in via della Magliana 296, all’interno dei locali dello stabilimento dell’ex Vela del Mar.
L’incendio, prontamente spento dai Vigili del Fuoco intervenuti insieme a Polizia, Carabinieri e Polizia Locale, ha interessato un capannone di proprietà privata abbandonato da anni e frequentato da senza fissa dimora. Lo stesso, su sollecitazione del Municipio che più volte ha
chiesto alla proprietà che fosse messo in sicurezza, era già stato sgomberato lo scorso Luglio.

Dopo l’incendio di quest’oggi, che segue un analogo rogo di poco tempo fa, la richiesta è quella che i proprietari demoliscano la struttura per evitare nuove occupazioni e situazioni di pericolo per la popolazione residente.

Vela del Mar

Illuminazione stradale, il Consiglio approva la Mozione per il Piano Luce

Un atto importante quello approvato all’unanimità dal Consiglio che chiede la piena attuazione del Piano Luce così come deciso con due delibere del 2010 e del 2012 e in linea con le dichiarazioni del Commissario Tronca che, all’indomani della sua nomina, ha dichiarato che 16 milioni di euro sarebbero stati destinati all’installazione di 60.000 punti luce in tutta la periferia per aumentare la sicurezza.

L’atto municipale è nato in seno alla Commissione delle Elette, che rilevava come, in materia di sicurezza urbana, non esistono politiche neutre perché, alla paura di essere vittime di reati, che tocca tutti i cittadini, nelle donne si aggiunge la paura della violenza specifica di genere, di molestie e di violenze sessuali. Una riflessione, quindi, su come sia fondamentale e imprescindibile, avendo come priorità la sicurezza dei cittadini, la discussione sull’illuminazione pubblica.

Le delibere del 2010 e del 2012 individuavano 185 siti nel Municipio XI nei quali era indispensabile prevedere nuovi impianti di illuminazione pubblica o il potenziamento di quelli già esistenti ma ben poco, da allora, è stato fatto dall’Amministrazione Capitolina, malgrado le richieste del Municipio.

Vie come via Faccioli e via Masala alla Muratella, via dei Cantelmo a Casetta Mattei, tanto per fare alcuni esempi, devono essere illuminate ed è per questo che, dopo l’approvazione della mozione, vigilerò e non mancherò di sollecitare affinchè il Piano Luce venga completato in modo da garantire quei valori di illuminamento indispensabili per la sicurezza di tutti.

Mozione Piano luce

Nuova squadra, decoro e legalità: ecco i primi provvedimenti del Commissario Tronca

A seguito della decadenza del Sindaco Marino per la presentazione contestuale delle dimissioni di più della metà dei consiglieri, è stato nominato Francesco Paolo Tronca quale Commissario straordinario di Roma Capitale con il compito, assumendo a se le funzioni del Sindaco, della Giunta e dell’Assemblea capitolina, di traghettare il Comune sino alle nuove edizioni. Tra i primi provvedimenti presi, c’è stato quello di costituire la squadra che lo supporterà nel suo lavoro, distribuendo le relative deleghe e tenendo, al momento, per sé quella ai trasporti.

La referente per il Municipio XI (oltre che del IX) sarà Iolanda Rolli, nominata anche Vicecommissaria e che si occuperà di polizia locale, personale, relazioni sindacali e avvocatura.
A Giuseppe Castaldo andranno le deleghe anagrafe e stato civile, servizi demografici ed elettorali, attività produttive, lavoro, formazione professionale, educazione e problematiche giovanili, innovazione tecnologica; sarà referente per i Municipi XII, XIII e XIV.
Clara Vaccaro avrà le deleghe politiche sociali e abitative, periferie, immigrazione, protezione civile. Si occuperà per i Municipi IV, V e VIII. Livio Panini d’Alba sarà delegato a cultura, turismo e sport, relazioni internazionali, relazioni comunitarie, Ufficio Relazioni con il Cittadino; sarà Referente per i Municipi II, VI e VII.
Ugo Taucer seguirà urbanistica, lavori pubblici e Infrastrutture, contratti, appalti e rapporti con Anac; sarà anche referente per i Municipi III, X e XV.
In ultimo, il subcommissario Pasqualino Castaldi che si occuperà di politiche economiche, finanziarie e di bilancio, razionalizzazione della spesa, piano di rientro, coordinamento strategico finanziario degli organismi partecipati coordinamento delle attività economico-finanziarie e di bilancio per tutti i Municipi.

Tre ordinanze riguardano invece i fenomeni del decoro e legalità in occasione del Giubileo e che costituiscono danno all’immagine della nostra città. La prima, colpisce i “centurioni” stabilendo il divieto di qualsiasi attività che preveda la disponibilità ad essere ritratto come soggetto in abbigliamento storico in fotografie o filmati, dietro compenso in denaro, in alcune vie del centro: a tal proposito ritengo sarebbe stato meglio che questo divieto fosse esteso a tutto il primo municipio, in modo da evitare che i finti gladiatori che chiedono soldi per esser fotografati accanto ai monumenti, non continuino a farlo nelle vie limitrofe. La seconda, riguarda i “risciò” sancendone il divieto di circolazione perchè condotti senza autorizzazione, patente e e assicurazione, costituendo pericolo per la circolazione e per gli stessi utilizzatori, non disponendo dei requisiti di sicurezza minimi. La terza, infine, si concentra sui “saltafila” stabilendo il divieto di svolgere in maniera ambulante l’attività su suolo pubblico di intermediazione e promozione di tour turistici e vendita di biglietti per l’accesso a musei e siti di interesse storico, artistico o culturale, in quanto attività lesive anche dei principi di leale concorrenza commerciale, fermando, di fatto, le guide che promettono ai turisti saldi di coda ai musei o che si offrono per tour improvvisati.

Infine, l’ordinanza con la quale il Commissario ha incaricato un’apposita Commissione Ispettiva Interna di verificare la correttezza dei procedimenti amministrativi connessi all’assegnazione dei posteggi della tradizionale festa dell’Epifania di piazza Navona, dopo che l’Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione) aveva verificato l’esistenza di scelte determinate dal bando non pienamente in linea con il quadro normativo. Uno stop ai banchi assegnati tutti alla stessa famiglia che da anni monopolizza il settore e una maggiore trasparenza nelle procedure, per una festa ed una tradizione, cara a tutti i romani.

Solidarietà al Calciosociale, per Corviale presidio di legalità e rinascita

Esprimo davvero la mia solidarietà alle ragazze e i ragazzi del Calcio Sociale di Corviale per questo vile atto subito: l’incendio appiccato stanotte ad una delle strutture del “Campo dei Miracoli” non fermerà la lotta del quartiere e delle Istituzioni per la legalità e per trasformare quei luoghi, che un tempo erano degradati e considerati ai margini, in prova concreta di riscatto sociale e riqualificazione. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio Roma XI.

Nel tempo il Calcio Sociale si è dimostrato capace di accogliere i giovani del quartiere interpretando la pratica sportiva nella sua massima accezione educativa, esaltandone gli elementi d’inclusione di condivisione d’esperienze diventando così un punto di riferimento per la comunità locale e un esempio virtuoso da esportare con orgoglio al di fuori della città.

calciosociale

Stazione Muratella, sgomberato insediamento abusivo

Continua con lo sgombero odierno dell’insediamento abusivo sito all’altezza della Stazione Muratella, all’interno della Riserva Naturale della Tenuta dei Massimi, l’opera di ripristino della legalità portata avanti dal Tavolo per l’Ordine e la Sicurezza del Municipio XI. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio Roma XI.

Questa mattina, infatti, gli agenti e i funzionari della Polizia Locale di Roma Capitale sono intervenuti per sgomberare l’area dalla quale erano già state allontanate, nei giorni scorsi, le persone che lo abitavano; contestualmente, una azienda incaricata da AMA ha provveduto ad abbattere le circa 16 baracche costruite abusivamente con materiali di risulta ed gli altri moduli abitativi di fortuna nonchè a rispristinare il decoro dell’area dalla eliminando i rifiuti e le discariche presenti.

Un lavoro costante di attenzione al territorio che continua a portare avanti l’amministrazione municipale, anche grazie alle sollecitazioni dei cittadini e, in questo caso, dei tanti fruitori della prospicente stazione ferroviaria che, in attesa della realizzazione del parcheggio di scambio prevista con l’attuazione del Piano Casa Alitalia, potranno frequentare la zona con una maggiore tranquillità.