Corviale rinasce con i 19 milioni di euro della Regione

Finalmente arrivano i fondi per la riqualificazione del Serpertone: manutenzione straordinaria di tutto l’edificio, più di 100 appartamenti per gli aventi diritto riqualificando i locali occupati dei quarti e quinti piani e progetti di rigenerazione reperiti con un bando europeo tra i migliori progettisti. Finalmente fondi sbloccati da anni ritornano ai cittadini riqualificando un posto che solo qualche anni fa qualcuno voleva vedere demolito.

Leggi il mio Comunicato Stampa

Scarica qui il Documento preliminare del Progetto RIGENERARE CORVIALE

Corviale

Corviale

Comunicato Stampa – Dalla Regione 19 milioni di euro per il rilancio di Corviale

Con i 19 milioni di euro previsti nella delibera di Giunta regionale, Nicola Zingaretti e l’ATER di Roma investono per la rinascita di Corviale: potranno così partire interventi attesi da oltre un decennio che si aggiungono a quelli appena completati per la manutenzione straordinaria dell’intero corpo scale dei cinque lotti. Una notizia da tempo attesa dal territorio e sulla quale, all’unisono le amministrazione regionali, comunali e municipali hanno con forza lavorato – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI.

In dettaglio, un parte dei fondi servirà a realizzare nel blocco centrale (quarti e quinti piani) abitazioni per oltre 100 famiglie, riqualificando così locali che inizialmente erano progettati per ospitare botteghe artigianali e spazi sociali ma che con il tempo sono stati occupati e trasformati in abitazioni di fortuna: grazie ai circa 4 milioni messi oggi dalla Regione, che si aggiungo ai già 6 previsti dal contratto di quartiere, entro un quinquennio sarà possibile progettare, appaltare e realizzare tutti gli alloggi che verranno assegnati ai cittadini aventi diritto. Quasi 5 milioni di euro saranno investiti per la manutenzione straordinaria dell’edificio che si completerà in un anno e, come investimento per il futuro, 9,5 milioni sono pronti per dare attuazioni alle proposte di riqualificazione che perverranno nell’ambito del concorso internazionale “Rigenerare Corviale”, bandito dall’ATER e rivolto ai migliori progettisti europei.

Se pensiamo che solo fino a due anni fa la Regione governata dalla Polverini voleva demolire tutto per costruire villette e occupare tutto il verde intorno, cancellando nei fatti la Tenuta dei Massimi, il lavoro fatto dalla Giunta regionale e dall’ATER riveste un valore maggiore perché punta al recupero del tessuto sociale, non solo urbano. E proprio su questa frequenza è sintonizzata l’Amministrazione capitolina che grazie all’importante lavoro svolto dall’Assessorato alle periferie, in sinergia con i Municipi, ha sbloccato su tutta Roma 110 milioni di euro per i Piani di Recupero Urbano e che, sempre a Corviale, sta per dare avvia al progetto “CorSpace”, un nuovo spazio dedicato ai giovani e alla creatività che nascerà sulle ceneri dell’incubatore di impresa INCIPIT.

Scuola Mazzacurati, cantiere in corso

Il cantiere della scuola Mazzacurati a Corviale: 6.000 mq, un progetto accurato e innovativo, il I stralcio dei lavori che terminerà il 31 dicembre ed un II stralcio da finanziare al più presto per completare le opere esterne e le forniture in modo da restituire questi spazi alla collettività. Oggi il primo sopralluogo, nei prossimi giorni lo studio di come portare a compimento l’opera. Servono ancora 1.200.000 euro. E’ stato grazie alla Presidente Giulia Fainella, che ha prontamente accolto e supportato la mia richiesta di convocare la Commissione Lavori Pubblici su questo tema, che abbiamo effettuato questo sopralluogo.

La Commissione Lavori Pubblici nel cantiere della scuola di via Mazzacurati

La Commissione Lavori Pubblici nel cantiere della scuola di via Mazzacurati

 

Comunicato Stampa – Corviale, la nuova Piazza nasca dalla partecipazione e valorizzi il territorio

Oggi ho presentato in Consiglio municipale un atto per fornire gli indirizzi da attuare in sede di progettazione della Piazza di Corviale, opera prevista dal Programma di Recupero Urbano e da tempo attesa dal territorio. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio Roma XI ed esponente della Lista Civica Marino Sindaco.

L’obiettivo che ci si deve prefiggere è quello di riconnettere e riqualificare il tessuto esistente sfruttando il punto di forza dato dalla stessa posizione della Piazza che, sorgendo tra le nuove case di via Poggio Verde e il “Serpentone”, potrebbe costituire la porta d’accesso del quartiere alla Riserva Naturale della Tenuta dei Massimi, dando ai cittadini la possibilità di fruirne ed apprezzarne il patrimonio naturalistico e contemporaneamente ambire a ricoprire il ruolo non di semplice Piazza di quartiere ma di punto di riferimento per questo parte di città dove i cittadini possano riconoscersi.

Compito dell’Amministrazione è coinvolgere le realtà territoriali nel processo di decisionale e pertanto bene ha fatto il Municipio a scegliere la via della progettazione partecipata alla quale si devono aggiungere, affinché quanto deciso e le aspirazioni dei cittadini si tramutino in realtà, opportune linee d’indirizzo al Governo municipale perché possa intervenire sui soggetti pubblici e privati che hanno interessi nell’area con strumenti idonei e linee guida chiare che sono alla base dell’atto che oggi ho presentato e che spero vengano condivise al più presto da tutto il Consiglio.

 

La nuova Piazza di Corviale: oggi presentato mio atto in Consiglio

A Corviale deve essere realizzata una grande piazza tra la testa nord del Serpentone e le nuove case di via Portuense; una piazza che colleghi, da via Poggio Verde, il quartiere alla riserva naturale della Tenuta dei Massimi; una piazza che sia luogo d’incontro per tutto un quadrante, e riconnetta il tessuto urbano locale. Per questo ho presentato un atto d’indirizzo che spero che il Consiglio municipale approvi al più presto perché si arrivi, con il contributo dei cittadini, ad una progettazione condivisa e ad una rapida realizzazione.

Leggi il mio Comunicato Stampa