Magliana, ex Buffetti: via libera alla bonifica

La società Beta srl dovrà procedere alla bonifica dell’amianto presente nella copertura del complesso ex Buffetti; il Tar del Lazio ha respinto, infatti, la richiesta della società proprietaria del vecchio complesso industriale che si opponeva all’ordinanza sindacale emessa da Roma Capitale.
Gli interventi dovranno ora essere effettuati in maniera tempestiva vista la decisione del Tar che sancisce, senza ombra di dubbio, come l’iter urbanistico che riguarda il complesso debba considerarsi disgiunto da quello della bonifica dell’amianto la cui rimozione è una priorità per il Municipio che la ritiene indispensabile per la tutela della salute degli abitanti del quartiere.

Ex Buffetti Magliana-2

Magliana: al via i lavori di riqualificazione del sovrappasso di via Crugnola

Cominceranno lunedì 18 i lavori di sistemazione del sovrappasso ferroviario che collega Portuense con Magliana. Il passaggio pedonale sarà completamente riqualificato da Rete Ferroviaria Italiana con lavori che dureranno poco meno di un mese e che, alla fine dell’intervento, restituiranno ai tanti cittadini che percorrono la passerella e che da Portuense raggiungono Magliana, il Parco Tevere e la ciclabile, un percorso più agevole e piacevole da usare.

Passerella via Crugnola

Ponte dei Congressi, con la firma della Convenzione si avvicina l’inizio dei lavori

Il progetto del Ponte dei Congressi, che collegherà la Magliana all’EUR, ha fatto un altro passo avanti con la firma della Convenzione tra il Comune di Roma e il Provveditorato alle Opere Pubbliche per il Lazio, che ha il ruolo di Stazione appaltante. Con questa firma, infatti, si dà il via alla gara dal momento che il Provveditorato è l’organo del Ministero delle Infrastrutture incaricato di scrivere, entro il 2016, la gara europea.

Quella del Ponte dei Congressi è un’opera strategica che indubbiamente avrà ricadute importanti in termini di viabilità e di rigenerazione urbana.
L’opera porterà, infatti, sia miglioramenti sul piano della mobilità, decongestionando il viadotto della Magliana e l’accesso verso via Isacco Newton, sia in termini di riqualificazione ambientale, visto che la progettazione recupera una parte significativa delle sponde del Tevere a valle del ponte della Magliana. Il nuovo collegamento sul Tevere tra i municipi IX e XI prevederà anche sezioni pedonali e ciclabili e la realizzazione di un parco fluviale con evidenti benefiche ricadute che riguarderanno anche l’occupazione abusiva di quegli spazi, rimasti fino ad ora in gran parte inutilizzati.

Il progetto definitivo, corretto in parte rispetto a quello che 14 anni fa vinse il concorso, è stato realizzato dal Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana di Roma Capitale in collaborazione con la società Risorse per Roma.

Magliana, Energia pulita e risparmio alla scuola “Pirandello”

Sono terminati i lavori di efficientamento energetico effettuati con fondi europei ottenuti con la partecipazione ad un Bando della Regione Lazio, presso la scuola primaria “Pirandello” alla Magliana.
I lavori hanno riguardato l’installazione di un impianto fotovoltaico per l’energia elettrica dell’edificio, l’isolamento termico della copertura e delle pareti e la sostituzione degli infissi esterni per il mantenimento del calore all’interno della struttura e consentiranno sia una riduzione dell’inquinamento (meno 2380 chili di emissioni di Co2) che un risparmio annuo di circa 39mila euro per le casse pubbliche.
Con la “Pirandello” che si aggiunge alle scuole “Einstein” a Marconi, “Pescaglia” a Magliana e al nido “Mandorlo Rosa” sempre a Magliana, continua l’opera di riqualificazione e ammodernamento degli edifici scolastici.

Fotovoltaico

Ponte dei Congressi, ottima notizia il via libera alle prime opere

Esprimo soddisfazione per la notizia appresa relativamente all’inizio, esauriti i controlli preliminari sull’impresa vincitrice del bando, dei primi lavori per la costruzione del Ponte che collegherà l’autostrada per Fiumicino all’Eur, all’altezza della Magliana; è stato, difatti, assegnato l’appalto per gli scavi archeologici preventivi e al contempo, la Regione ha anche dato l’ok per la VIA, la valutazione d’impatto ambientale, propedeutica all’avvio della procedura di gara. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI. –

Un progetto importante, un’opera che un intero quadrante di Roma attende da anni, dal forte valore strategico perché permetterà di regolare i flussi di viabilità, decongestionando la circolazione e costituendo una nuova porta di accesso alla città per chi viene dall’Aeroporto di Fiumicino e si dirige in direzione EUR; inoltre, verrà anche realizzato un grande parco fluviale e percorsi ciclopedonali.

Nel dettaglio sono 145 milioni, dei 197 stanziati dal Governo, le risorse già disponibili (il Campidoglio dovrà stanziare la somma che resta, ovvero 52 milioni di euro) che serviranno a realizzare un ponte, a campata singola e in acciaio, che prevede due livelli, uno per auto e autobus e uno, sottostante, per pedoni e ciclisti.

I lavori, hanno una durata prevista di 24 mesi dal termine degli scavi e sono firmati dall’architetto Enzo Siviero con lo spagnolo Juan Arenas de Pablo. Il risultato sarà un nuovo ponte, a valle dell’attuale viadotto con il quale creerà un percorso intrecciato ad anello. Sarà lungo novecento metri, avrà una carreggiata larga 19,25 metri con quattro corsie, due provenienti dall’autostrada Roma-Fiumicino, le altre due da viale Isacco Newton e via della Magliana e infine uscite anche su viale dell’Oceano Indiano e su viale Egeo, mentre le banchine laterali e centrali saranno larghe un metro.