Corviale: la Presidente Boldrini in visita al quartiere

La visita di ieri della Presidente della Camera Laura Boldrini a Corviale è stata un’occasione speciale di incontro con tutte quelle realtà che negli anni sono sorte nel quartiere e che quotidianamente ne animano la vita sociale, sportiva e culturale, come il Centro d’Arte municipale Il Mitreo, la Biblioteca Comunale “Renato Nicolini”, il Calciosociale; un incontro che l’ha portata a conoscere un aspetto non così scontato di questo quartiere che ogni giorno lavora per uscire dall’immaginario che lo dipinge come un simbolo di degrado.

Ho accompagnato la Presidente Boldrini, raccontandole quanto è già stato fatto per togliere il Serpentone dall’isolamento e quello che significano per il territorio le associazioni sportive come la Piscina Comunale e il Rugby, spiegandole perché sarà importante inaugurare la fine dei lavori della Scuola Mazzacurati, riaprire il Farmer’s Market, costruire il Palazzetto dello Sport e soprattutto quale sia il significato della ristrutturazione del IV piano e la richiesta di manutenzione che può consentire una maggiore vivibilità per i suoi abitanti.
Il futuro della città di Roma è saldamente legato al risanamento e al riscatto delle periferie dove vive la maggior parte dei cittadini e dove è più sentito il bisogno di aumentare quella partecipazione che produce idee, progetti e soluzioni che devono incidere e condizionare le scelte finali di un’amministrazione che può dirsi capace.

Ho ascoltato insieme alla Presidente Boldrini quelle voci che già conosco bene e ho recepito quanto da lei promesso, un impegno di non dimenticarsi di questa giornata, di questo quartiere e dei suoi abitanti.

Giornata della Memoria, la cultura del ricordo è una priorità per il Municipio

“Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario” (P. Levi).

Il 27 gennaio 1945 le Forze Alleate liberarono Auschwitz dai tedeschi. Passato il cancello e la scritta “Arbeit macht frei”, si trovarono davanti l’inferno.

Noi abbiamo il dovere, sancito dalla legge che ha riconosciuto il 27 gennaio come Giorno della Memoria, di contribuire a ricordare “la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati” (legge n. 211 del 20 luglio 2000) ed è nel senso di questo dovere che ci sono state numerose iniziative organizzate dal Municipio.

Il numero dei testimoni diretti della tragedia dell’Olocausto diminuisce di anno in anno ed è stato con grande piacere che ho ascoltato ancora, il 22 gennaio scorso, con i ragazzi delle scuole superiori, il toccante racconto di Piero Terracina, intervenuto in un dibattito organizzato nella Sala del Consiglio.

Oggi, invece, nel giardino antistante la Biblioteca Renato Nicolini a Corviale, davanti a tanti bambini e ai ragazzi del Centro di Formazione Professionale “Nicoletta Campanella” è stato piantato un ulivo donato dal KKL, l’associazione che si occupa dello sviluppo,
della bonifica e del rimboschimento della Terra d’Israele.

Due iniziative diverse tra loro, dunque, unite però dal comune intento di contribuire a far si che nessuno dimentichi specie in questo periodo nel quale sempre più sono le dimostrazioni di intolleranza, di chiusura verso altre culture, di costruzione di muri e cancellate che, al contrario, non dovremmo più tollerare.

Attivo il Wi-Fi nel Parco Tevere

Un parco la cui importanza cresce di giorno in giorno e dove, in attesa di ottenere i fondi necessari alla manutenzione delle aree, i tanti cittadini che lo frequentano sono stati lieti di sapere di poter navigare gratuitamente su internet grazie al servizio Wi-Fi gratuito,
offerto nell’area del Parco Tevere.

La rilevanza sempre maggiore che rivestono le aree verdi del Municipio, nelle quali ci si dà appuntamento con i figli o con gli amici magari per fare un po’ di sport all’aria aperta, ci insegna a non tralasciare né la manutenzione, né l’implementazione dei servizi in modo da poter rendere questi luoghi sempre più centrali rispetto alla quotidianità della vita dei cittadini ottenendo, in cambio, maggiore sicurezza: un luogo più curato e protetto è infatti un luogo più frequentato e vivo.

Inagurazione del Parco Tevere

Inagurazione del Parco Tevere

A Marconi artisti e writers da tutto il mondo per ricordare “Crash Kid”

Una giornata per ricordare Massimo “Crash Kid” Colonna, breaker e writer romano, pioniere negli anni ’80 dell’hip-hop, scomparso giovanissimo vent’anni fa.

Artisti e writers da tutta Italia hanno dato vita ad una jam session di graffiti nel sottopasso ferroviario tra via Volpato e via Ettore Rolli, dove già nel 1997 era stato realizzato un murale dedicato a Crash Kid, per mantenere vivo il ricordo dell’artista e e ridare decoro e vivibilità al sottopasso percorso quotidianamente da tantissime persone. Tanti i cittadini accorsi all’evento, spettatori attenti che hanno assistito alla realizzazione, passeggiando tra writers, rapper, DJ e breaker e che torneranno a casa con la consapevolezza che Murales e Graffiti, se fatti eseguendo un progetto, possono essere una vera forma d’arte oltre che uno strumento di riqualificazione e decoro.

A bando locali comunali per attività cultuali e imprenditoriali: due gli immobili alla Magliana

Due bandi pubblici assegneranno 20 locali, in centro e nelle periferie, destinandoli a giovani imprenditori e ad attività di produzione culturale.

“Beni comuni”, quindi, ad oggi inutilizzati e che saranno risistemati da chi vincerà il bando nella duplice ottica di sviluppare ed incentivare l’imprenditoria giovanile e le attività culturali e quella di recuperare un patrimonio altrimenti lasciato abbandonato.

Dei due bandi il primo riguarda 14 locali per la realizzazione di progetti imprenditoriali innovativi promossi da giovani mentre il secondo prevede l’assegnazione di 6 immobili per lo sviluppo di attività culturali. Le domande dovranno essere presentate entro il 12 giugno 2015 e saranno valutate da un’apposita commissione interna composta da dirigenti e funzionari dei dipartimenti coinvolti. Gli immobili verranno assegnati in concessione per 6 anni, rinnovabili di altri 6, ad un canone che, in caso di avvio di attività culturali senza scopo di lucro potrà essere abbattuto dell’80% come previsto dalla legge nel caso di riconoscimento dei requisiti di rilevanza culturale e sociale da parte del Comune ovvero con l’applicazione di un canone di autorecupero nel caso in cui gli immobili versino in stato di degrado e l’assegnatario si impegni a svolgere le spese. Nel caso di attività imprenditoriale, invece, il canone di concessione sarà formulato tenendo conto dello stato manutentivo del bene.

BANDO 1: ASSEGNAZIONE DI LOCALI DI PROPRIETA’ DI ROMA CAPITALE DESTINATI ALLA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PER LO SVILUPPO DELLA NUOVA IMPRENDITORIA

BANDO 2: ASSEGNAZIONE DI LOCALI DI PROPRIETA’ DI ROMA CAPITALE DA DESTINARE ALLA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PER ATTIVITA’ CULTURALI FINALIZZATE A PROMUOVERE LA PRODUZIONE CULTURALE DIFFUSA E LA RIGENERAZIONE DEL TESSUTO DELLA CITTA’

Il Campidoglio

Il Campidoglio