Il Municipio dice NO all’antenna di via Masala a Muratella

A seguito della richiesta di installare un impianto di trasmissione di telefonia mobile in via Colonnello Tommaso Masala 54 (presso l’Hotel Marriot), la Giunta municipale ha formalizzato il suo diniego e proposto al contempo due siti alternativi, lontani dalle abitazioni ed in luoghi più idonei, venendo così incontro alle richieste del comitato dei cittadini e supportando con accurate analisi tecniche quanto proposto. – lo affermano in una nota congiunta l’Assessore alle politiche ambientali Manuele Marcozzi e la Presidente del Consiglio del Municipio XI Emanuela Mino

Nello specifico, con questo documento approvato dalla giunta del Presidente Veloccia, si chiede alla Direzione Tecnica del Municipio XI di comunicare in tempi brevi al Dipartimento PAU due possibili siti alternativi: un traliccio dove già sono presenti impianti simili, adiacente alla stazione ferroviaria FL1 Muratella oppure di realizzarne uno nuovo, con funzioni anche di impianto di illuminazione, da ubicare presso lo snodo a quadrifoglio GRA/Autostrada Roma-Fiumicino, fungente da palo di illuminazione.

Particolarmente importante e proficuo è stato il contributo dato dal Comitato spontaneo contro l’antenna di Via Masala, che attraverso una raccolta firme e nel costante confronto che ha avuto con le Istituzioni, è riuscito a creare un clima di consenso sul tema. Auspichiamo – concludono Marcozzi e Mino – che quanto prima anche questa situazione possa trovare una soluzione.

Antenna

Valle Galeria: la Regione dice no al gassificatore

Il Piano Rifiuti della Regione ha escluso la necessità di accensione del gassificatore di Malagrotta, ritenendo sufficienti gli impianti presenti nel Lazio, grazie all’incremento della percentuale di raccolta differenziata avvenuto negli ultimi anni .
Una lunga e vittoriosa battaglia, quindi, quella portata avanti dalle Istituzioni territoriali, dai Comitati e dai cittadini della Valle Galeria che aveva visto un aumento della mobilitazione dopo la lettera del CoLaRi in cui il consorzio auspicava l’apertura di una discarica di servizio e l’accensione del gassificatore e la notizia dell’approvazione nella Conferenza Stato-Regioni del decreto attuativo dell’articolo 35 dello Sblocca Italia, con cui si dava il via libera ad 8 gassificatori. 
Ora, più che mai, è importante che Malagrotta sia risanata con il piano di bonifica della discarica, ancora a cielo aperto, e il monitoraggio di acqua, suolo e aria, per garantire il diritto alla salute degli abitanti della zona.

Malagrotta

Magliana, ex Buffetti: via libera alla bonifica

La società Beta srl dovrà procedere alla bonifica dell’amianto presente nella copertura del complesso ex Buffetti; il Tar del Lazio ha respinto, infatti, la richiesta della società proprietaria del vecchio complesso industriale che si opponeva all’ordinanza sindacale emessa da Roma Capitale.
Gli interventi dovranno ora essere effettuati in maniera tempestiva vista la decisione del Tar che sancisce, senza ombra di dubbio, come l’iter urbanistico che riguarda il complesso debba considerarsi disgiunto da quello della bonifica dell’amianto la cui rimozione è una priorità per il Municipio che la ritiene indispensabile per la tutela della salute degli abitanti del quartiere.

Ex Buffetti Magliana-2

Marconi, nasce la prima “scuola a inquinamento zero”

E’ la Scuola media Giuseppe Bagnera la prima “scuola a inquinamento zero”, dotata cioè di tre sistemi APA (Air Pollution Abatement) che permettono la depurazione dell’aria abbattendo con altissima efficacia gran parte degli inquinanti nocivi per la salute dell’uomo e per l’ambiente che sono presenti nell’atmosfera.
Gli APA installati sono concessi alla scuola in comodato d’uso gratuito grazie ad un accordo tra il Municipio XI di Roma Capitale e la società Istech che ha brevettato il sistema e per sensibilizzare ulteriormente gli alunni al problema dell’inquinamento dell’aria, sarà attivato un software che, comunicando con le apposite centraline istallate, consentirà ai ragazzi di monitorare e di acquisire informazioni in tempo reale sulla qualità dell’aria che respirano.
Un altro passo, questo, nel solco di un progetto portato avanti dal Municipio che passa per la riqualificazione degli edifici scolastici e punta ad un’idea di città più responsabile e attenta, sensibile, sana, sicura e a misura d’uomo.

APA

Portuense: il Consiglio approva la delibera, un altro passo verso la realizzazione del Parco Ruspoli

Oggi il Consiglio del Municipio XI ha approvato la delibera che dà l’avvio alle procedure di esproprio, propedeutiche alla realizzazione del Parco Ruspoli, un’opera fortemente voluta sia da questa amministrazione municipale che da quella precedente che, a fianco dei cittadini, hanno costruito con tenacia il percorso che ha portato all’atto approvato questa mattina. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI.

Una vicenda non semplice, cominciata con la realizzazione del Pup Ruspoli e la richiesta da parte del Municipio di controbilanciare l’opera con la costruzione di un parco che potesse essere a servizio dell’intero quartiere. Da allora e dalla progettazione partecipata sono passati ben tre anni durante i quali il Municipio ha continuato, a fianco dei cittadini, a chiedere il mantenimento del finanziamento e la possibilità di dar seguito al progetto. Ora, con la somma necessaria a bilancio, il progetto approvato e la delibera di oggi, sarà possibile chiedere al Commissario Tronca al Commissario Tronca di dare il via libera all’atto conclusivo in tempi brevi, in modo da consentire l’avvio delle procedure di esproprio e poter salutare, al più presto, l’apertura di questo polmone verde che tanti cittadini attendono.

Parco Ruspoli