Olimpiadi 2024, ufficializzata la candidatura di Roma

Il via libera dell’Assemblea Capitolina alla candidatura della città di Roma ai Giochi Olimpici e Paralimpici del 2024, rappresenta un grande opportunità ed un investimento importante per le future generazioni, un’occasione che può far da volano ad interventi di rigenerazione urbana, riqualificazione delle periferie e che può rendere finalmente la nostra città accessibile a tutti.

Leggi il mio Comunicato Stampa

Roma_2024_new_000_d0

Olimpiadi: bene candidatura, occasione per periferie e per una città accessibile a tutti

Il via libera dell’Assemblea Capitolina alla candidatura della città di Roma ai Giochi Olimpici e Paralimpici del 2024, rappresenta un grande opportunità ed un investimento importante per le future generazioni, un’occasione che può far da volano ad interventi di rigenerazione urbana, riqualificazione delle periferie e che può rendere finalmente la nostra città accessibile a tutti. – Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI

Questa candidatura deve, quindi, esser declinata ascoltando le esigenze della città, avendo come linea guida la sostenibilità ambientale, andando a recuperare le strutture e gli impianti esistenti ed operando un’importante riqualificazione delle strutture sportive pubbliche soprattutto in periferia dove, per il 2024, dovrà finalmente dirsi completata l’opera di ricucitura urbana e sociale con il centro della città, favorita da un sistema di trasporto pubblico che ne costituisca lo scheletro.

Le Olimpiadi dovranno anche essere l’occasione per rendere la città veramente accessibile, abbattendo le barriere architettoniche che impediscono ai cittadini diversamente abili di usufruire del trasporto pubblico, di accedere alle principali location e di muoversi tutti i giorni senza ostacoli, restituendogli, così, con pienezza il loro status di cittadini.

Le Olimpiadi sono una festa di popolo, che mette insieme nazionalità e culture diverse, una sfida entusiasmante non solo per gli sportivi ma anche per la politica e le Istituzioni che dovranno esser capaci di progettare e costruire una città che sia realmente all’altezza del compito che l’attende, da lasciare in eredità alle nuove generazioni.